Come si pulisce il legno

DiBlog Eurocover

Come si pulisce il legno

Poiché il legno è un materiale poroso per sua natura, è difficile che senza manutenzione possa mantenere inalterato il suo aspetto nel tempo. Indipendentemente dal fatto che sia utilizzato all’interno o all’esterno dell’appartamento, “crudo” o protetto da un prodotto di finitura, prima o poi è essenziale pulire il legno per ripristinare la sua luminosità originale. A seconda del fenomeno responsabile dell’alterazione estetica e del tipo di legno, il metodo di pulizia sarà più o meno facile da apportare. Sia che si tratti di una semplice pulizia o di un intervento più specifico,  ecco una panoramica delle diverse soluzioni che ti consentono di capire come pulire il legno efficacemente.

come pulire legno

Come pulire il legno sporco

Se il tuo legno è semplicemente sporco, il prodotto miracoloso è il sapone nero. Facile da sciogliere o da usare direttamente in forma liquida, pulirà il legno per interni senza dover ricorrere all’uso di detergenti industriali che potrebbero opacizzare il legno dopo pochi passaggi.

Le sue capacità di pulizia e di nutrire allo stesso tempo il legno rendono il sapone nero il prodotto ideale anche per pulire i pavimenti interni. All’esterno, il legno sporco può essere pulito dalla polvere e dalle impurità dapprima spazzandolo, e poi risciacquando con grandi quantità di acqua. Se si utilizza un idropulitrice, è bene assicurarsi di lavorare da una distanza ragionevole (dai 20 ai 50 cm a seconda delle tipologia di legno) in modo da non rovinare la fibra dello strato superficiale.

 

Come restituire lucentezza al legno

Nel corso del tempo, il legno può perdere la sua lucentezza originale sotto l’effetto dei vari agenti atmosferici cui è esposto o, nel caso si trovi all’interno dell’abitazione, a causa degli spruzzi d’acqua attorno al lavandino, l’abrasione delle aree in cui il traffico è maggiore (soggiorno, soglia della porta, le scale scale). L’ideale in termini di manutenzione è sempre di ripristinare la luminosità di questi legni con una semplice applicazione di olio duro o cera, a seconda del tipo di legno. Per la manutenzione ordinaria, la pulizia periodica con sapone nero diluito in acqua calda aiuterà a mantenere inalterata la bellezza del legno più a lungo.

 

Come rimuovere le macchie sul legno

Utilizzato senza alcun tipo di protezione, il legno ha lo svantaggio di essere sensibile alle macchie. A seconda della natura e della gravità (profondità ed estensione) della macchia, esistono diverse soluzioni: azione meccanica mediante levigatura (profondità), leggera sgranatura (superficie) o utilizzo di uno smacchiatore per legno. Quest’ultimo prodotto è particolarmente raccomandato per gocciolamenti o macchie particolarmente scure.

 

Rimedi per l’invecchiamento del legno

Il fenomeno dell’invecchiamento del legno usato all’aperto senza protezione è dovuto all’alternanza di acqua e raggi UV. Ben presto, il legno assume un leggero velo grigio che si evolve in un grigio più intenso. Se questo grigio può a volte essere anche apprezzato da un punto di vista estetico, esso ha due grandi inconvenienti: il primo è che questo si presenta solo dopo alcuni anni, ed il secondo è che appare in maniera molto eterogenea.

 

Se il grigio che si è sviluppato sulla superficie del legno non è desiderato, è comunque molto facile eliminarlo e ripristinare la luminosità originale: basta infatti un semplice spruzzo di uno sgrassante per legno seguito da un risciacquo per un effetto immediato ad un costo molto ragionevole. La successiva applicazione di un prodotto di protezione eviterà, o almeno ritarderà, il riemergere di questo fenomeno.

 

Info sull'autore

Blog Eurocover contributor

Commenta